mo’… moplen!

IL DESIGN DELLE PLASTICHE NEGLI ANNI DEL BOOM
All’inizio degli anni ‘50 cominciò in Italia la diffusione di oggetti realizzati in plastica non più ad imitazione di materiali “nobili” (tartaruga, avorio, madreperla), ma con una nuova identità: colorata, leggera, invasiva, povera, infrangibile, impermeabile, dozzinale o raffinata. In un’epoca di grandi aspettative, veicolavano una cultura della modernità sconosciuta nel nostro Paese e assecondavano l’evoluzione dei consumi, modificando gli ambienti domestici, cambiando i gesti e i suoni della quotidianità.

CONTINUA »
X