La soglia in dissolvenza

Posted · Add Comment

“La nostra capacità di accettare nuove conoscenze è strettamente limitata dalle condizioni di conoscenza esistente [.] Più sappiamo e più siamo capaci di accettare nuove conoscenze [.]. Per lunghi periodi intermedi una sequenza formale (spazio architettonico) può apparire inattiva, semplicemente perché non esistono ancora le condizioni tecniche per il suo risveglio. [.] In qualsiasi momento, […]

IL FUTURO DELLA TECNOLOGIA? PIU’ VELOCE DI QUANTO SI POSSA PENSARE !

Posted · Add Comment

Si tratta di una scoperta scientifica interessante che arriva direttamente dalla Corea. Nell’importante manifestazione mondiale destinata all’informazione tecnologica (CeBit) la Samsung ha presentato uno schermo trasparente LCD, completato dalla tecnologia ‘touch’. Diventano realtà le tante sequenze che abbiamo visto nei più incredibili film di fantascienza. Applicazione al link: Note a margine: Le possibilità di questa […]

Critica e architettur(a)zione del paesaggio

Posted · Add Comment

Critica architettonica e architettur(a)zione del paesaggio – Dalla  teoria ai nuovi progetti Nel gennaio del 2005, nella pubblicazione di uno dei tanti scritti di rete, riportavo i risultati di alcune mie ricerche discutendo sulla direzione che la critica architettonica poteva seguire. Trattavo la trasformazione della città, nell’ambito delle nuove tecnologie applicate alla qualità architettonica e […]

Ricognizione riflessiva di alter-azioni ancora percepibili, dei corpi architettonici

Posted · Add Comment

“Quando un sistema raggiunge i suoi limiti e si satura, si produce una reversione: accade un’altra cosa, anche nell’immaginario. Finora avevamo sempre avuto una riserva di immaginario e però il coefficiente di realtà è proporzionale alla riserva di immaginario che gli conferisce il suo peso specifico. Questo è vero anche per l’esplorazione geografica e spaziale: […]

Ecologia Urbanica

Posted · 1 Comment

Ecologia Urbanica Della genesi dell’uomo ‘sensore’ La natura umana, rivela i suoi limiti, quando si affida a ‘corpi’ d’altra composizione ed essenza per raggiungere un equilibrio relazionale con il suo ambiente. Si evidenzia, in questo modo, la sua sensibile e preziosa condizione evolutiva, di complesso sofisticato ruolo di ‘sensore’ naturale. Un tempo, intorno alle città […]

“ POROSITA’ ” DEL PLURIURBANO

Posted · Add Comment

L’incontro della percezione individuale con la scala delle relazioni urbane, sia esse materiali o immateriali, è diventata una pratica di ricerca e di pluridisciplinari attività progettuali, sempre più vivifica ed esaltante. Il paesaggio urbano si evolve di continuo, il suo profilo vibra costantemente, registrando scosse telluriche di profondità, minime e costanti. Tale ‘movimento’, spostando i […]

L’ambito variabile

Posted · Add Comment

“[…] Passiamo il nostro tempo e la nostra vita a contemplare quello che abbiamo già contemplato: questa è la chiusura più insidiosa e sulla ridondanza è costruito il nostro habitat. Noi edifichiamo l’analogo e il simile, è la nostra architettura, e quelli che percepiscono diversamente, o altrove, sono i nostri nemici”. Da P.Virilio, L’orizzonte negativo. […]

Lo Spazio… delle riflessioni

Posted · Add Comment

Caduti dagli altari i grandi computers, che un tempo incombevano, segregati in torri d’avorio come strumenti di limitate (in tutti i sensi) conventicole, la tecnologia digitale, ed in genere elettronica, ha saputo divincolarli dai piedistalli, dove si trovavano, e ha scardinato gli attacchi che staticamente li bloccavano. Ora assistiamo alla disintegrazione lenta e continua dei […]

Sensibilità Assonanti

Posted · Add Comment

Nel numero 169 del maggio 1995 di Airone compare un servizio sul ritrovamento, nelle grotte francesi dell’Ardèche, in particolare nella grotta della Combe d’Arc, di alcune testimonianze dell’arte rupestre del Paeleolitico (20000 anni fa) di eccezionale importanza per la fattura e per l’impatto figurativo che tali ritrovamenti sucitarono e suscitano nel mondo contemporaneo. Si tratta […]

Sublimi transitorieta’

Posted · Add Comment

Ricognizione riflessiva di alter-azioni ancora percepibili dei corpi architettonici di Paolo Marzano Nota di rete del’autore “Quando un sistema raggiunge i suoi limiti e si satura, si produce una reversione: accade un’altra cosa, anche nell’immaginario. Finora avevamo sempre avuto una riserva di immaginario e però il coefficiente di realtà è proporzionale alla riserva di immaginario […]