MAYTREE © by Studio Kami

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

Concept

Il progetto muove dall’ indagine morfologica del rapporto tra geometrie euclidee e geometrie frattali.
Forme pure e forme complesse, che ci rimandano alla dialettica che esiste tra artificio e natura.
Nello studio e approfondimento di tali concetti, si evidenzia una tensione irrisolta tra i due principi matematici generatori.
E’ così che la parte cilindrica interna della lampada, tende al “corallo” esterno e viceversa, ma senza mai incontrarsi.
Il fruitore dell’ opera, trova, nella lettura inconscia di questo andamento tangenziale delle geometrie, un momento sensuale-percettivo che dal basso, sottolineato anche da una luce più intensa, trascende verso l’ alto, per poi infine dissolversi nell’ infinito.
L’ albero di Maggio quindi come sintesi della rappresentazione della sacralità e dell’ ascensione dell’ uomo verso l’ assoluto.

X