Contrada Solare. Per prolungare l’abitare verso la piazza e il giardino

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

Creare le condizioni ambientali, dentro e fuori casa, che diventano una premessa per vivere in armonia, con sé, con gli altri, e con il mondo. A BENé, che con i sette sentieri (Luoghi, Metodi e Trattamenti, Prodotti Naturali, Architettura e Design, Attrezzature, Alimentazione, Sport) dal 17 al 20 novembre porta in fiera a Vicenza tutte le soluzioni per ritrovare una condizione di ben-essere, si parla anche di benessere abitativo sperimentandone le sensazioni nella Contrada Solare.

Evento speciale della sezione dedicata ad Architettura e Design, la Contrada Solare è un progetto degli architetti Sergio e Sophia Los (SYNERGIA), che presenta le soluzioni architettoniche per una climatizzazione naturale, declinando i rapporti tra edificio e piazza, e tra edificio e giardino.
“Si chiamerà contrada, termine della toponomastica vicentina – spiegano gli architetti responsabili del progetto – dove si sperimentano le soluzioni per strutture ricettive ecologiche, perseguendo così un benessere globale.”

Si affronta in particolare il tema dell’ospitalità: la Contrada Solare si rivolge al turismo itinerante, che predilige le ambientazioni tra borghi e sapori. Per questo propone un’ospitalità legata al territorio e ai suoi prodotti, ma attenta anche alla qualità degli spazi, come accade in agriturismi, Bed&Breakfast, alberghi ecologici, come pure nelle piazze e cortili delle città mediterranee.

X