Alessandro Anselmi, PIANO SUPERFICIE PROGETTO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

Il 2004-03-09 00:00:00

Di DARC
lbolelli@darc.beniculturali.it
www.darc.beniculturali.it

Il Ministro Giuliano Urbani e il Direttore generale della DARC, Pio Baldi, aprono, il 12 marzo 2004 alle ore 18.00, al MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo la mostra dedicata alle opere di Alessandro Anselmi, uno degli architetti italiani piu’ rappresentativi dell’attuale dibattito architettonico internazionale. La mostra, che dà avvio al ciclo di incontri dedicato agli architetti contemporanei italiani, nasce nell’ambito delle collezioni di architettura del MAXXI. Alessandro Anselmi è architetto attivo da oltre quarant’anni in campo architettonico ed urbano e occupa un posto di rilievo nel panorama italiano. Ha realizzato numerose opere significative, proponendo la sua idea originale di architettura e di forma dello spazio. Tra le opere il Nuovo Hotel de Ville di Rezé-les-Nantes, la piazza del mercato, il terminal della metropolitana a Sotteville-les-Rouen in Francia e il recentissimo Municipio di Fiumicino, nei pressi di Roma. Allestita negli spazi del MAXXI su progetto dello stesso autore e curata da Margherita Guccione, l’esposizione presenta una panoramica antologica sull’opera di Anselmi, con un allestimento fortemente allusivo alla sua ricerca spaziale, che si apre con i progetti più recenti e percorre a ritroso gli aspetti salienti di un’attività iniziata negli anni Sessanta e oggi in pieno svolgimento. Sono esposti, con un ampio repertorio di materiali – disegni originali, plastici, materiali multimediali e filmati – le opere e i progetti che vanno dal 1967 ad oggi, in un percorso che si articola in quattro sezioni tematiche: Lo spazio prospettico; Recinto e frammenti; La scena urbana; Piano e superficie. Completano la documentazione un filmato con immagini delle opere ed una lunga intervista ad Anselmi sui temi dell’architettura e il catalogo, a cura di Margherita Guccione e Valerio Calmieri, edito da Federico Motta editore. L’allestimento costituisce l’occasione per mettere in scena direttamente l’architettura di Alessandro Anselmi, grazie ad una struttura espositiva, da lui pensata e progettata, che coinvolge profondamente lo spazio che la ospita, senza occultarlo, ma arricchendolo e interpretandolo. In occasione della mostra l’architetto Anselmi ha confermato la donazione del suo archivio per le collezioni del MAXXI architettura . Nei due anni di attività, il programma del MAXXI nel settore architettura ha visto l’alternarsi di mostre a carattere monografico (Carlo Scarpa, Zaha Hadid, Adalberto Libera) con mostre a carattere tematico, quali l’edilizia pubblica (mostra INA CASA), il paesaggio italiano (Atlante 003), che esprimono le principali linee di intervento del nascente Museo nazionale di architettura. La mostra dedicata a Alessandro Anselmi conferma una consolidata attenzione all’architettura contemporanea, che proseguirà con una prossima programmazione di eventi dedicati a personalità e temi emergenti. La mostra è visitabile presso gli spazi del MAXXI di via Guido Reni 2 dal martedì a domenica, dalle ore 11 alle ore 19. Sito della mostra in: www.darc.beniculturali.it Info DARC Relazioni istituzionali e comunicazione Lorenza Bolelli Responsabile Ufficio di Direzione e Comunicazione Tel.06.58434850 fax 06.58434856 e.mail: lbolelli@darc.beniculturali.it

download

X