nomad+object

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

Il 2004-10-04 00:00:00

Di lorenzo.imbesi@uniroma1.it
lorenzo.imbesi@uniroma1.it
http://www.disegnoindustriale.net/

portable, transformable, wearable conferenze progetto e cura di Lorenzo Imbesi Roma, Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni Galleria di via Ripetta 117 (angolo via Borghese) 5/10 h17 Creación -explorer-: sperimentazioni progettuali tra arte sociale ed attivismo tecnologico Martín Ruiz de Azúa, designer, Barcellona 6/10 h17 Circumventions: cattive condotte architettoniche nello spazio urbano Michael Rakowitz, artista, New York Il tema del nomadismo è al centro delle conferenze di Martin Ruiz de Azùa e di Michael Rakowitz curate da Lorenzo Imbesi che si terranno, in concomitanza con il workshop nomad+object, presso la Galleriadi via Ripetta 117 della Prima Facoltà di Architettura, organizzate all’interno degli eventi Romad+. Attraverso questi due incontri viene messo a confronto il loro lavoro di sperimentazione, denso di stimoli sotto il profilo concettuale e teorico, che, muovendosi tra arte e design, progetto e ricerca, tecnologia e materiali, si pone al confine tra dimensione corporale e spaziale, riflettendo parallelamente sulle evoluzioni della città contemporanea. Tra micro-architettura e macro-design le loro forme, immaginate come habitat minimi e provvisori per vivere l’emergenza nel movimento e concepite come provocazioni metropolitane da installare nello spazio pubblico, sono così il risultato dell’analisi critica della complessità della società nelle sue istanze più urgenti, ridefinendo in maniera originale il valore del progetto nel suo ruolo come forma di attivismo sociale.

download

X