Cambierà la legge urbanistica italiana?

Posted · Add Comment

Ferma al 1942, oggi abbiamo l’opportunità di modificare la legge urbanistica ferma al ’42.

Invito alla presentazione del testo del DDL nuova legge urbanistica del Ministro Lupi

Invito alla presentazione del testo del DDL nuova legge urbanistica del Ministro Lupi

Lo scorso 24 Luglio il  Ministro Lupi ha presentato alle Amministrazioni e ai principali stakeholders Il testo del disegno di legge, Principi in materia di politiche pubbliche territoriali e trasformazione urbana.

L’incontro si è tenuto al MAXXI, la proposta è il risultato del lavoro coordinato dalla Segreteria tecnica del Ministro Lupi e svolto da un gruppo di esperti esterni, nominati dal Ministro, di diritto, urbanistica, politiche territoriali e fiscalità immobiliare.

Obiettivo del provvedimento  è quello di predisporre unquadro normativo unitario in grado di rinnovare le norme urbanistiche di valenza nazionale, risalenti ormai al lontano 1942.

La bozza di ddl si compone di 20 articoli e intende integrare procedure e politiche pubbliche territoriali. Inoltre, una seconda finalità è quella di fornire una strumentazione aggiornata per il coordinamento delle politiche settoriali che incidono sugli usi e le trasformazioni del territorio.

Partendo dalle nuove finalità di un’urbanistica del rinnovo e non più dell’espansione della città, il disegno di legge ha lo scopo di fornire alla ricchissima esperienza legislativa regionale un quadro omogeneo di norme di principio sui temi della proprietà immobiliare, sia pubblico/collettiva che privata, dell’uso razionale della risorsa suolo, della qualificazione del servizio di edilizia residenziale sociale e degli strumenti più idonei alla sua promozione.

Fatto ancor più meritevole, finalmente in Italia, è che la bozza del DDL  è oggetto di consultazione pubblica on-line, e lo resterà fino al 15 settembre per la raccolta di proposte e spunti critici.

Tutti i contributi potranno essere inviati, in forma mirata come emendamento al testo, o sotto forma di riflessioni sulla materia, al seguente indirizzo: lecittavivibili@mit.gov.it utilizzando possibilmente la scheda allegata .

Il provvedimento arricchito dai vostri contributi nel mese di settembre sarà presentato al Consiglio dei Ministri è inizierà il suo iter formale.

 

 
 

Rispondi

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: