LA cucina a impatto (quasi) zero

Posted · Add Comment

mercoledì 19 gennaio h.19

4° appuntamento di VISIONI SENSIBILI:

Presentazione del libro “LA CUCINA A IMPATTO [QUASI] ZERO” edito da Gribaudo e incontro con gli autori Lisa Casali e Tommaso Fara.

c/o Eco Bookshop Valcucine

c.so Garibaldi, 99 a Milano.

VALCUCINE RINFORZA IL DIALOGO SULLA SOSTENIBILITÀ

Con il ciclo di incontri “Visioni Sensibili” Valcucine dà il via a un processo di confronto sui temi della sostenibilità, nel suo Eco Bookshop di Zona Brera, a Milano.

Dallo scorso settembre 2010 l’Eco Bookshop milanese di Valcucine, è diventato luogo di racconto e di confronto, con incontri tra il pubblico e alcune delle realtà italiane più all’avanguardia nel campo della sostenibilità.

Dopo Architetti Senza Frontiere, Orto Antico e Lunedì Sostenibili con l’inaugurazione della mostra FATTI PER COLTIVARE, sarà la volta de “LA CUCINA A IMPATTO (QUASI) ZERO”, un libro di ricette, scritto da Lisa Casali e Tommaso Fara e Edito da Gribaudo, che si sposa perfettamente con i valori di Valcucine, non tanto per l’essere un ricettario, quanto per l’aspetto altamente sostenibile. La pubblicazione propone infatti, oltre ad una serie di consigli per un consumo critico, 80 ricette a basso impatto ambientale.

Ospite della serata sarà TourDeFork, un laboratorio di Food Affairs, un  progetto in continua evoluzione. Nato come Blog con lo scopo di raccontare esperienze sociali legate al cibo, oggi TourDeFork organizza Food Events, crea oggetti legati alle tradizioni culinarie e stimola l’animo sociale organizzando Secret Dinner. www.tourdefork.net

A seguire genuini assaggi provenienti direttamente dalla terra offerti gentilmente da TUIT per EATALY con la partecipazione di CHIARLI.

“La Cucina a impatto (quasi) zero”

Titolo: La Cucina a impatto (quasi) zero

Autori: Lisa Casali e Tommaso Fara

Editore: Gribaudo

Pagine: 144

Costo: 22 Euro

Data di pubblicazione: Ottobre 2010

Contenuto:

Manuale di buone pratiche per una maggiore sostenibilità ambientale ai fornelli attraverso la scelta di ingredienti a basso impatto, tecniche di cottura e ricette che permettono di ridurre il consumo di risorse e la produzione di rifiuti. Circa 80 ricette per utilizzare ciò che normalmente buttiamo via come : gambi, bucce, foglie, lische e torsoli.

Questo volume, destinato ad un utilizzo domestico, si pone l’obiettivo di sensibilizzare ad un’alimentazione sostenibile ed un consumo consapevole.

Il libro illustrato con fotografie di Vincenzo Lonati si compone di due parti:

1)     La prima “teorica” ricca di consigli su qualunque scelta si compie sul cibo dalla spesa al supermercato alla scelta dal menù di un ristorante. Si parla quindi di ingredienti biologici, a Km zero, a filiera corta, non lavorati, senza imballaggi e di stagione.

2)     La seconda parte invece, “pratica” raccoglie circa 80 ricette rigorosamente a basso impatto ambientale. Le caratteristiche che accomunano le ricette sono:

a.     L’ingrediente di base è uno scarto o un avanzo;

b.     La preparazione prevede, laddove sia possibile, l’impiego di tecniche che permettano di ridurre tempi di cottura, acqua e grassi aggiunti, come quella in pentola a pressione. La preparazione in genere è facile e prevede pochi passaggi;

c.     Gli ingredienti extra necessari per preparare le ricette sono gli ingredienti normalmente presenti in una dispensa;

d.     Tutte le volte che è possibile i prodotti animali (come latticini e uova) vengono sostituiti con prodotti vegetali a minore impatto.

Realizzando queste ricette scoprirete come permettano di risparmiare sia risorse sia economicamente. Le ricette hanno, infatti, un costo medio complessivo inferiore ai 2 Euro.

Le illustrazioni sia del libro che del blog Ecocucina (www.ecocucina.org) sono invece creazione della società di design Leftloft.

Il libro è stampato su carta FSC ed ha anche i marchi Ph Neutral, Elemental Chlorine Free ed Heavy Metal Absence.

Per compensare le emissioni di CO2 associate alla produzione del libro abbiamo aderito al progetto Impatto Zero di Lifegate. Tale progetto prevede il calcolo del contributo all’effetto serra e la relativa compensazione attraverso progetti di riforestazione nel sud del mondo.

Note sugli autori

Lisa Casali

Lisa Casali vive a Milano senza dimenticare la propria essenza romagnola, fin da piccola coltiva la passione per la cucina con il piglio della scienziata. Si occupa di tematiche ambientali da più di 10 anni, prima per studio (Laurea in Scienze Ambientali e Master in management ambientale) e poi per lavoro (un anno al Ministero dell’Ambiente e da 6 anni al Pool Inquinamento). Dalle sue due grandi passioni: ambiente e cucina è scaturita l’idea di una cucina a basso impatto ambientale.

Autrice del Blog www.ecocucina.org, continua nella sua attività di ricerca e sperimentazione per una cucina che sia sostenibile, ma allo stesso tempo di soddisfazione per occhi e palato. Il blog è un vero e proprio laboratorio a cui ciascuno può contribuire. Da segnalare la cottura in lavastoviglie: è possibile sfruttare il vapore della lavastoviglie, mentre si lavano i piatti, per cuocere diverse pietanze, purché ben sigillate in sacchetti sottovuoto o vasetti a chiusura ermetica. Tra le ricette del blog che hanno riscosso più successo ricordiamo il curry di bucce di banana, la cheese-cake di bucce di zucca e il dado granulare di bucce.

Tommaso Fara

Tommaso Fara nasce nel 1971 a Milano in una famiglia numerosa da cui eredita la passione per la cucina, cominciando molto presto a sperimentarla per amici e parenti.

Pubblica il suo primo libro di cucina “ Il cucchiaino caramellato” per DeAgostini nel 2005, sempre per DeAgostini nel 2007 cura sei volumi sulla cucina italiana: “Cucino semplice e veloce”,”Cucino pizza”,”Cucino regionale”,”Cucino pesce”,”Cucino leggero”,”Cucino pasta”. Nel 2008  per la stessa collana cura:”Cucino vegetariano” e “Cucino dolci”. Restaura mobili antichi e nel tempo libero costruisce piccole imbarcazioni in legno.

L’Eco Bookshop

L’Eco Bookshop di Valcucine ha aperto i battenti lo scorso giugno negli spazi dello showroom Valcucine in Zona Brera, a Milano, per diffondere la cultura della sostenibilità. Si tratta di 600 metri quadrati di libri dedicati ai temi dell’ecologia, della bioarchitettura e dell’etica applicata al contesto sociale e ambientale in cui viviamo. Più di 1000 titoli di case editrici “sostenibili” come Edizioni Ambiente, Chiarelettere, Altreconomia, Logos, Birkhouser e Corraini, con una sezione dedicata ai giardini urbani e al giardinaggio in arrivo a Settembre.

Durante l’estate l’Eco Bookshop ha dato vita a un’iniziativa di BookCrossing, liberando alcuni dei suoi volumi in giro per Milano e per l’Italia e invitando i lettori a leggerli e “rilasciarli”a loro volta in uno spazio pubblico. Il ciclo d’incontri “Visioni sensibili” è il proseguimento ideale di questo percorso, che si ripromette di promuovere il dialogo e di individuare spazi comuni di azione in Italia in nome della sostenibilità.

Ciclo di racconti – vivere con sensibilità

“VISIONI SENSIBILI”

Professionisti e appassionati dei temi della sostenibilità raccontano la loro esperienza sul campo e propongono al pubblico alcune azioni concrete, non necessariamente ecologiche, da mettere in pratica in direzione della diffusione della cultura e della pratica della sostenibilità.

L’ECO BOOKSHOP VALCUCINE è IN

CORSO GARIBALDI, 99

A MILANO.

www.valcucine.it/ecobookshop

ecobookshop@valcucine.it

Info e contatti:

ERIKA SARTORI

Project Manager

erika.sartori@valcucine.it

tel. +39 02 659 7588

mob. +39 335 8018 740

 
 

Rispondi

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: